Sul Giornale di Brescia del primo maggio 2018 è stato pubblicato l’ultimo articolo del prof. Achille Fornasini. La rubrica che inquadra lo stato corrente e le prospettive dei mercati finanziari.

Le turbolenze politiche fanno precipitare i titoli in borsa che rimbalzano a fine mese. Il petrolio interrompe il trend rialzista e flette del 5,6%. Nuovi record del Nickel

La borsa di Milano. «Sell in May and go away», vendere in maggio e poi starsene alla larga (dalla borsa): così recita un noto adagio che trova l’ennesima conferma. Che il vento a Piazza Affari stesse cambiando l’avevamo dichiarato su questa pagina proprio alla fine di aprile: in effetti, realizzati nuovi massimi all’inizio di maggio, il listino milanese è poi precipitato in scia alle turbolenze politiche che hanno investito il nostro Paese, enfatizzate dai contestuali picchi dello spread Btp-Bund. Il travagliato varo dell’esecutivo giallo verde ha contribuito ad allentare la tensione: il rimbalzo di fine mese (+3,7%) appare peraltro innescato da speculazioni di breve periodo aventi per oggetto azioni offerte a prezzi di saldo piuttosto che da strategie di portafoglio orientate da confortanti prospettive politico-economiche.

Estratto dell’articolo, leggi l’articolo completo.

Consulta la raccolta degli articoli dell’analisi tecnica.